22 – 23 – 24 giugno 2018 | Porto turistico Marina di Pescara

Logo della Mostra Mediterranea

Format completamente rinnovato alla luce del binomio enogastronomia-turismo, fondamentale motore dell’economia locale.

L’enogastronomia diventa il canale principale di promozione regionale mentre il territorio si gusta e si assapora attraverso le nostre tipicità agroalimentari.

Ma non solo: a fare da cornice all’espressione della regione più verde d’Europa, anche le eccellenze artistiche ed artigianali, dall’oro al ferro battuto, dalle ceramiche alle pietre preziose.

Mediterranea 2018

Mediterranea torna al porto turistico Marina di Pescara per 3 giorni ricchi di appuntamenti.

Nella giornata di venerdì 22 è previsto l’arrivo degli equipaggi di Appuntamento in Adriatico – tappa velica che coinvolge tutta la costa adriatica e, nella serata, sarà la volta dei ragazzi dell’IPSSAR “De Cecco” chiamati ad una nuova gara in “Astri Nascenti”.

Sabato 23 sarà la giornata della cerimonia di intitolazione del Padiglione Espositivo a Daniele Becci, primo Presidente della CCIAA Chieti Pescara; dopo la cerimonia, nell’anfiteatro, un concerto a lui dedicato dal gruppo cantautoriale “Uscitanord”.

Nella giornata di domenica 24, con l’arrivo di una delegazione estera costituita da 11 tour operator ed influencer selezionati, che nei giorni successivi visiteranno il nostro territorio, avremo l’occasione, insieme al Prof. Simone D’Alessandro di scoprire l’Abruzzo meno conosciuto e subito dopo, di assaggiare i prodotti in una cena evento.

Inoltre sono previsti incontri e laboratori di degustazione sulla birra artigianale, sui salumi e formaggi, sull’olio, sul vino e tanto altro.

Area Espositiva

La manifestazione mira da sempre a valorizzare i prodotti tipici abruzzesi.

Olio, vino, pasta e cereali, formaggi e latticini, salumi, legumi, zafferano, tartufi, spezie, ortaggi, pane, dolci e prodotti da forno, conserve e sott’oli, miele, liquori, birra artigianale: da conoscere e gustare.

Area Somministrazione

Questa è l’area dedicata esclusivamente al consumo, non permesso nell’area espositiva.

Birre artigianali, proposte gustose di cibi da strada, dall’arrosticino alla patatina fritta, ma tutto rigidamente “Made in Abruzzo”.
Da passarci una serata intera.

Isola dei Sapori e dei Saperi

Area convegnistica dedicata a corsi di degustazione e di assaggio dei prodotti identificativi del territorio.

Una particolare attenzione verrà data ad un prodotto che sta facendo parlare bene di sé, la birra artigianale ed ai suoi abbinamenti.

Proposte turistiche

Con un ventaglio di inziative delle associazioni di promozione del territorio, i musei identificativi, i parchi e le riserve d’Abruzzo.

A tal proposito gli allestimenti saranno ispirati e composti da pezzi originali in prestito da orafi, artigiani e poli culturali.

Scarica il catalogo di Mediterranea 2018

 

Programma 2018

I laboratori che si svolgeranno nell’Isola dei Saperi e dei Sapori, sono gratuiti ed aperti ad un numero passimo di 25 partecipanti.

Il costo di partecipazione alle cene del 22 e del 24 giugno è di euro 15,00 (bevande incluse) da corrispondere la sera della cena, presso la segreteria organizzativa. Si richiede di presentarsi agli appuntamenti almeno 30 minuti prima.

VIDEOMAPPING: le proiezioni sono tutte le sere alle ore 22.00 ed alle 23.30

Il programma potrebbe subire delle variazioni.

Mare, montagna, borghi e buon cibo. Agricoltori, produttori, ospiti genuini e professionali, capaci di rendere indimenticabile un soggiorno in Abruzzo. La Camera di Commercio Chieti Pescara apre una nuova stagione di attività per la promozione del territorio in Italia ed all’estero, puntando su tesori nascosti, pronti su un piatto per essere assaporati e vissuti. Una politica che, in linea con il piano strategico del turismo italiano, di recente costituzione, lancia il vivere “Made in Abruzzo”: immersi in un’oasi naturalistica, dove la qualità e la disponibilità fanno da padrone, ognuno troverà il suo angolo di paradiso.

Il Mare.

Un mare di opportunità da vivere in Abruzzo: dalle coste selvagge e rocciose del teramano e chietino, alla sabbia finissima e costellata di strutture di Pescara. Una riserva naturale, quella del Cerrano, 8 bandiere blu, sui 131 km di costa, ed un’altra bandiera blu, che sventola da ben 27 anni sul Marina di Pescara” (www.marinape.com), terzo porto turistico in Italia, ideale punto di partenza, con i suoi 1.000 posti barca, per le meravigliose coste dell’Adriatico. A rendere ancora più prezioso il blu turchino del mare abruzzese, i trabocchi, palafitte sospese sul mare, dal fascino unico, su cui è possibile mangiare il pescato del giorno o addirittura sposarsi. E per il wedding day, Pescara è una delle poche città in Italia ad offrire l’opportunità di sposarsi con rito civile in riva al mare.

L’Enogastronomia

Un patrimonio enogastronomico che aspetta solo di essere servito su un piatto, possibilmente fatto con le tipiche ceramiche del territorio, tra le più preziose d’Italia. Una varietà che spazia dai legumi alle farine, dagli ortaggi ai salumi, fino alle conserve ed ai dolci. Per non parlare di olio e vino, che rappresentano tra le prime voci dell’export abruzzese.

Per poter comprendere il patrimonio enogastronomico della regione più verde d’Europa (9 tipologie di pane tipico, 36 tra formaggi e salumi, 4 oli riconosciuti a livello nazionale, 10 vini tra DOCG e IGP), è necessario scoprire tutte le sue peculiarità organolettiche e la sua importanza per la dieta mediterranea.

I Borghi

L’Abruzzo è la seconda regione per concentrazione dei borghi più  belli d’Italia. Un connubio mistico di tradizioni, silenzi, ritmi di vita slow ed antiche strutture, location perfette per matrimoni ed eventi. Incastonati tra mare e montagna o allungati su dolci colline, i borghi abruzzesi permettono di vivere a stretto contatto con la natura, catapultati in un’oasi di pace difficilmente raggiungibile in altri posti. Qui, tra i rimbombi della campane, si coglie tutta la spiritualità di un territorio costellato da chiese e cattedrali, perlopiù dell’epoca romanica. Candidati come patrimonio dell’Unesco, ben 20 eremi, luoghi di culto secolari, costruiti a mano dai primi uomini di fede, tra cui Celestino V, molti dei quali approdati in Abruzzo ancor prima dell’anno mille.

La montagna

Il Blockhaus della Majella è l’unica località al mondo da cui è possibile sciare guardando il mare, offrendo così la possibilità, in un solo giorno, di mettere i piedi nella neve e nella sabbia. Altro primato è dato dai suoi 3 parchi nazionali e 400.000 ettari di foreste, grazie ai quali l’Abruzzo è la regione più verde d’Europa.

L’Abruzzo è in vetta alla scelta degli appassionati della montagna, anche per la presenza del gruppo montuoso più importante degli Appennini, che raggiunge la sua quota più alta con il Corno Grande che sfiora di poco i 3.000 mt.

Sarà indimenticabile riposarsi la sera, dopo una giornata a contatto con la natura, nel rosso infuocato dei tramonti di mamma Majella, il secondo massiccio montuoso più alto degli Appennini continentali dopo il Gran Sasso.

Le Immagini della Borsa Enogastroturistica 2017

Milano , luglio 2017

Camera di Commercio IAA Chieti Pescara

Sede Leg.: Via F.lli Pomilio, Chieti

Sede Sec.: Via Conte di Ruvo, 2 Pescara

tel. 0854536434

email: promozione@chpe.camcom.it

Scrivici